fbpx

testata

Vota questo articolo
(9 Voti)

PRINCIPATO DI MONACO – GLI AFFRESCHI DEL PALAZZO DEL PRINCIPE In evidenza

Con la ristrutturazione dei Grandi Appartamenti e la rivelazione degli Affreschi Rinascimentali il Palazzo del Principe riaprirà le sue porte proprio dal 1° luglio.
Dopo un lungo percorso di restauro finanziato da S.A.S. Principe Alberto II torna alla luce una superficie di circa 600 m² di Affreschi italiani quasi sicuramente di scuola genovese.

01

Dopo nove anni dalla scoperta del primo affresco risalente al Rinascimento finalmente la lunga attesa è terminata e queste magnifiche opere d’arte saranno visibili anche al grande pubblico che potrà deliziarsi in una visita eccezionale, fra altre grandi opere d’arte, di dipinti mai esposti prima che sono parte della collezione dei Principi.

02

Questo è un vero e proprio percorso, in alcuni ambienti del Palazzo, che si snoda e amalgama una ben definita coerenza tematica e stilistica.
Essendoci delle forti somiglianze nella resa delle figure con gli affreschi di Palazzo Doria a Genova si potrebbe pensare alla mano di un maestro genovese affiancato da collaboratori della sua bottega.
Le prime scoperte sono iniziate nel Cortile d’Onore quando è stato dato il via per il restauro a livello di ritocco e consolidamento e, durante tutta la campagna, sono state “rinfrescate” le facciate della Reggia e della Cappella. In seguito, con la tecnica a fresco, sono state riprese le Lunette della Galleria d’Ercole dove ci sono rappresentate le 12 fatiche.

03

Nella Galleria d’Ercole si trovano i dipinti più belli, dove sono stati scoperti gli affreschi per la prima volta, ma non è da meno lo splendido medaglione che rappresenta l’episodio mitologico del rapimento d’Europa che si trova nel Salone Matignon (rinominato Camera d’Europa), all’interno anche un anomalo soggetto dedicato ad Ulisse (presente non a caso).
A tal proposito voglio anche ricordare il fondatore di Monaco, Francesco Grimaldi, che fu soprannominato “Malizia” (subito dopo aver conquistato la fortezza nel 1297), che entrò sotto mentite spoglie nella Fortezza abbigliato da monaco.
Edificata nel 1215 – XIII sec. – per volontà del successore Stefano Grimaldi, la Fortezza che si profila sulla Rocca Monegasca, venne trasformata in Palazzo dove, Stefano Grimaldi, nel 1507 si stabilì definitivamente con la famiglia. Per l’adeguamento architettonico venne chiamato il lombardo Domenico Gallo ed è proprio a questo periodo che risalgono gli affreschi dove si coglie anche l’apporto degli influssi manieristi di Perin del Vaga (alias: Piero di Giovanni Bonaccorsi, detto Perino o Perin del Vaga. Pittore italiano allievo a Firenze di Ridolfo del Ghirlandaio e a Roma collaboratore di Raffaello).

04

La Sala del Trono non è da meno, per quanto riguarda la scena centrale, l’affresco raffigura l’episodio della Nekyia, dal canto XI dell’Odissea (accompagnata da segni dello zodiaco e dai lavori dei mesi). Ulisse è nella reggia dei Feaci. Deve consultare l’oracolo Tiresia per trovare la strada di Itaca.

05

Inoltre nei Grandi Appartamenti “ristrutturati” è possibile vedere delle prestigiosissime opere d’arte (recentemente riacquistati dal Principe Alberto II) come, per esempio, nell’Anticamera verde trovano collocazione dipinti di Jacopo Bassano, Orazio De Ferrari e Philippe De Champaigne,

06

Per quanto riguarda tutta questa campagna di ristrutturazione, il Principe Alberto II, ha voluto che venissero eseguiti i lavori in maniera eco-responsabile. Infatti i solventi sono stati sostituiti con prodotti non nocivi per l’ambiente; per le puliture è stato utilizzato il laser.
Non essendo stata fondata una soprintendenza specifica nel campo del restauro a Monaco, è stata istituita una commissione scientifica che ormai si riunisce due volte all’anno per adempiere al compito di consulenza. Il comitato è composto fra gli altri da Pierre Curie, curatore del museo parigino Jacquemart-André.

07

Ma questa Campagna di Restauro non è ancora finita perché i restauratori sono ancora all’opera concentrati nella Stanza Luigi XIII dove si inizia ad intravedere la figura di alcuni putti che ricordano appunto quelli presenti nella Villa Doria Centurione a Genova Pegli. Si ipotizza che questa stanza potrà essere accessibile al pubblico dopo il 2024.

08

Il Palazzo del Principe resterà aperto fino al 15 ottobre e il costo d’ingresso è di 10€ per gli adulti e 5€ per bambini e studenti.
Approfittate di questi mesi per scoprire un Palazzo Magnifico, i suoi nuovi Affreschi e la Storia della Famiglia Grimaldi attraverso splendide Opere.

Maurizio Bartolini
Direttore Responsabile

09

* * * * * *all rights reserved unauthorized copying reproduction* * * * * *

Collegato a Truman TV International: https://trumantv.videogram.mc/truman-tv-international.html
Rubrica di Informazione ed Intrattenimento del Direttore Responsabile Maurizio Bartolini
Pour info et communications: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
WhatsApp: 329 62 37 408

Ph. et assemblage: Jimmy Olsen

New VideoGram - 44, boulevard d’Italie - Principauté De Monaco
Editore contenuti e prodotti mediatici, televisivi e radiofonici Truman TV e Truman Journal
CEO - Christine Montepilli

* * * * * *

 

Letto 5852 volte

Radiotruman TV

  • RadioTruman nasce nel 1997 dalla collaborazione di un gruppo di artisti come una delle prime web radio in Italia. Editore della Radio è la "Nuova Videogram"  (www.videogram.mc) appartenente al Gruppo MC Communications & Promotions con sede in Montecarlo.

RadioTrumanLogo

Contatti

44, Bd d'Italie
Monaco, 98000
Principato di Monaco
Mobile: +33 607 939 657
radiotrumantv.com/